Confagricoltura Taranto: conta dei danni dopo la grandine dei giorni scorsi

Luca Lazzàro ha commentato l'effetto devastante che le grandinate hanno avuto nelle campagne del tarantino, sopratutto a ridosso della vendemmia.

Confagricoltura Taranto

TARANTO – Il Presidente di Confagricoltura Taranto, Luca Lazzàro è preoccupato per i danni provocati dalle violente piogge e dalle grandinate che si sono abbattute sul tarantino, e in particolar modo a Grottaglie, Manduria e Castellaneta, che risultano essere le zone più colpite.

La pioggia è caduta con una forte intensità su tutto il territorio provinciale, ecco perché è necessario effettuare una ricognizione immediata dei danni che ha provocato. Questa è una fase delicata, a ridosso della vendemmia. Inoltre, anche le olive sono state colpite negativamente dalle piogge.

Dopo un anno e mezzo di crisi economica, gli agricoltori pugliesi contano molto su queste raccolte al fine di riuscire a far quadrare i bilanci che ora sono in sofferenza. L’agricoltura è il primo settore a subire le dirette conseguenze del clima.

Non bisogna dimenticare anche il rischio alluvioni dopo un’estate in cui il clima arido ha caratterizzato l’intera stagione.

Lazzàro ha concluso il suo intervento commentando: Purtroppo ora bisogna ricordare come l’assenza di ricavi sulle produzioni agricole non permetta di stipulare nemmeno le assicurazioni per coprire i danni dal punto di vista economico.

E una grandinata come quella vista nei giorni scorsi distrugge o mina fortemente un anno di investimenti e lavori, se non indennizzata.