Manduria: bruciati 10 ettari di ulivi. Aperta indagine dei carabinieri.

A Manduria bruciati 10 ettari di ulivi. I carabinieri hanno aperto un'indagine per verificare l'origine dell'incendio, che ha colpito gli uliveti del sindaco di Erchie. 

Manduria: bruciati 10 ettari di ulivi

MANDURIA – 10 ettari di ulivi bruciati nelle terre possedute dal sindaco di Erchie nelle campagne della marina di Manduria e in quelle tra San Pietro in Bevagna e Specchiarica.

Le fiamme hanno bruciato oltre agli ulivi anche buona parte della vegetazione spontanea e della macchia mediterranea.

I primi accertamenti, hanno portato a credere che l’incendio è di origine dolosa.

Durante le operazioni destinate allo spegnimento dell’incendio, per le quali ci sono volute diverse ore e anche due Canadair, sono giunti i Carabinieri della Forestale, il personale Arif e i volontari della Protezione Civile. All’interno di una nota, il senatore Vitali ha espresso solidarietà al sindaco e amico Giuseppe Margheriti.

Inoltre, ha rivolto un ringraziamento al Corpo della Forestale, ai volontari della protezione civili, ai Vigili del Fuoco. I presunti piromani hanno scelto di mettere in atto quest’azione criminale come atto intimidatorio ai danni dell’amministrazione locale.