Primitivo di Manduria: stop 3 anni a iscrizione vigneti

Per riuscire a mantenere il consorzio tutelato e redditizio è stato indetto lo stop all'iscrizione di nuovi vigneti nel territorio che fa parte dell'Indicazione Geografica Protetta.

0
117
Corso di Potatura della vite del Primitivo di Manduria

TARANTO – Per tre anni stop all’iscrizione di nuovi vigneti per il Primitivo di Manduria. Questa nuova misura è stata introdotta al fine di controllare l’offerta e mantenere il comparto redditizio per tutti coloro che vi fanno parte.

La notizia è stata diffusa proprio dal Consorzio di Tutela, dopo che la Regione Puglia alla richiesta di blocco totale per la rivendicazione uve destinate al Primitivo DOP nel corso del prossimo triennio.

Il blocco per i nuovi vigneti parte dal 31 luglio 2020. Questa richiesta, secondo quanto dichiarato da Mauro di Maggio, presidente del Consorzio di Tutela, permette un riequilibrio e un maggior controllo del mercato. Non aumentare la superficie coltivata permette di mantenere più stabili sia gli standard qualitativi sia i prezzi.

Il mercato attualmente è stabile, ma in prospettiva, l’aumento dell’offerta dev’essere gestita per la tutela della remuneratività della filiera. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui