Taranto, Perrini: preoccupato per il fiume Tara

Secondo Renato Perrini, bisogna porre attenzione al fiume Tara prima dell'inizio della stagione delle piogge e l'arrivo di nuovi nubrifragi.

0
60
Fiume Tara: storia e leggenda della sorgente benefica a pochi chilometri da Taranto

TARANTO – Perrini parla al fine di proteggere gli agricoltori che hanno dei terreni che confinano con il fiume TARA. Infatti, afferma che la stagione delle piogge sta per iniziare e il rischio che il fiume si riempi e allaghi i terreni circostanti è concreto.

Al fine di evitare altri disastri in campo agricolo è necessario procedere a una bonifica del fiume e a un monitoraggio dei livelli delle acque.

Con i giusti lavori infatti, si potrebbero risolvere i problemi che si creano agli agricoltori quando il fiume esonda. La Regione ha invitato il Consorzio di Bonifica alla realizzazione di un progetto, che però non è stato mai attuato per mancanza di fondi.

Per questo motivo, Perrini ha scelto di presentare un’interrogazione alla Regione, al fine di reperire i fondi necessari allo sbarramento del fiume, al fine di aiutare gli agricoltori a non dover fare continuamente ricorso contro la Regione, per il mancato raccolto e le esondazioni. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui