Grottaglie, per l’ingrandimento della discarica no definitivo per il Consiglio di Stato

Il consiglio di Stato ha detto un no definitivo per l'ingrandimento della discarica di Grottaglie. Quindi non ci sarà alcun lavoro per l'ampliamento.

0
94

GROTTAGLIE – Con motivazioni differenti rispetto a quelle dette dal Tar di Lecce, il Consiglio di Stato ha confermato con un secco no l’ampliamento della discarica di Grottaglie, Torre Caprarica, la cui autorizzazione è al centro di un’inchiesta da parte della Guardia di Finanza.

Inchiesta che ha portato all’arresto di Martino Tamburrano, ex presidente della provincia. Il ricorso al Tar che poi ha portato al consiglio di Stato, fu presentato dai comuni di Carosino, San Marzano di San Giuseppe e Grottaglie, tra i più vicini alla discarica.

Così il Tar di Lecce esaminata la proposta si presenta un conflitto tra le amministrazioni locali, e quindi rimandava la pratica al Consiglio dei Ministri, e poi ha quello di Stato che ha stabilito scorretto il progetto di Linea Ambiente e illogica la decisione della provincia.