MARTINA FRANCA – Domenica scorsa, il Centro Speleologico dell’Alto Salento ha organizzato un’escursione con un incontro sul tema della tutela dei chirotteri. L’iniziativa è avvenuta in un luogo molto suggestivo, la grotta di Pilano.

E’ stata un’occasione interessante anche per parlare della storia del sito e di fare un’esperienza unica.

E’ stata inaugurata la grata in ferro, posizionata all’ingresso del cunicolo che conduce agli ambienti interni. Qui si trova un interessante ripopolamento di chirotteri.

Questa iniziativa voluta dal Centro Alto Salento e dal proprietario del fondo Pierpaolo Palmisano, rientra nel lavoro sul progetto Uppark di monitoraggio dei chirotteri sulla cavità del “Parco Naturale Terra delle Gravine”.

Per tutelare e salvaguardare la fauna del mondo sotterraneo, spesso si decide di chiudere l’ingresso di una grotta. Anche se la scelta può non essere condivisa, diventa però la soluzione estrema migliore. L’accesso viene consentito solo per motivi di studio.

L’iniziativa rientra nell’ambito delle Giornate Nazionali di speleologia organizzate in tutta Italia dalla Società speleologica e italiana in collaborazione con la Commissione centrale per la speleologia e il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui