Iniziativa ambientale per rimuovere la plastica dal mare della Marina di Castellaneta

Saranno coinvolti i pescatori.

0
552
Via la plastica da mare e coste di Castellaneta Marina
Castellaneta Marina. Riconoscimento editoriale: Techvigator / Wikipedia.org.

CASTELLANETA – Il comune partecipa a un progetto estivo che consiste nel rimuovere la plastica dalle coste e dai fondali della marina.

Si chiama “Fishing for litter” , l’iniziativa promossa con il contributo di Assopesca.

Questa iniziativa ha già riscosso molto successo nella zona tra Molfetta e le isole Tremiti e ha coinvolto i pescatori che hanno separato il materiale estraneo dal pescato e lo hanno conferito nei cassonetti posti nelle aree portuali.

Assieme ad altri centri costieri, Castellaneta Marina farà lo stesso, coinvolgendo gli addetti all’industria ittica.

La regione Puglia ha ritenuto questo progetto molto interessante e ha mostrato gli ottimi risultati ottenuti a Molfetta.

Su 1200 chili di rifiuti raccolti e selezionali, più di 400 chili sono stati esaminati.

La maggior parte di essi era costituita da plastica non imballaggio (reti da pesca, di cantiere e per mitili). Un’altra buona parte comprendeva altro genere di rifiuti, come corde e stracci, imballaggi in plastica, come film, bottiglie e flaconi, piatti e bicchieri e polistirolo.

Il governatore Michele Emiliano dichiara che le attività di “Fishing for litter”, sono state organizzate con la collaborazione del Consorzio per il riciclo della plastica in maniera differenziata e con le marinerie dei pescatori pugliesi.

Sostiene che il coinvolgimento con Federpesca è importante per poter estendere a tutta la flotta peschereccia pugliese la possibilità di raccogliere e portare a terra tutti i rifiuti ritrovati in mare.

Conclude affermando che dopo l’ordinanza che vieta agli stabilimenti balneari di utilizzare la plastica, quest’ultima iniziativa è la parte che consegue.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui