Home Notizie Ambiente Kyma Ambiente installa una macchina mangiaplastica

Kyma Ambiente installa una macchina mangiaplastica

L'Ecocompattatore Coripet a Taranto pensato da Kyma Ambiente.

Kyma Ambiente
Kyma Ambiente

TARANTO – Sempre sugli scudi per quanto riguarda l’ambiente e l’ecologia. Infatti la società Kyma Ambiente, partecipata del comune, ha installato una macchina mangiaplastica per ridurre l’inquinamento nella città ionica. L’annuncio arriva direttamente da parte del presidente Giampiero Mancarelli che inoltre diffonde anche un comunicato stampa.

Kyma Ambiente sull’Ecocompattatore

“Inaugurato l’Ecocompattatore Coripet presso il centro commerciale “Porte dello Jonio” di Nhood. Sono intervenuti l’avv. Giampiero Mancarelli presidente di Kyma Ambiente, l’ing.Cosimo Natuzzi dirigente tecnico di Kyma Ambiente, il dott. Mauro Tatulli direttore del centro commerciale “Porte dello Jonio” e il dott. Nicola Manzulli direttore di Spazio Conad. L’installazione di un ecocompattatore fornito da Coripet, Consorzio senza fine di lucro per la raccolta delle bottiglie in PET ad uso alimentare, è il risultato di un protocollo d’intesa tra Kyma Ambiente, Comune di Taranto, Galleria “Porte dello Jonio” e Spazio Conad.”

Come Funziona l’ecocompattatore?

Inoltre il funzionamento è davvero semplice: “Per gli utenti utilizzare l’Ecocompattatore sarà molto semplice. Basterà conferire le bottiglie in PET vuote, non schiacciate e con l’etichetta intatta e leggibile per raccogliere i punti. Ogni bottiglia varrà un punto. 20 bottiglie equivalgono ad 1 euro da utilizzare all’interno dello Spazio Conad del Centro Commerciale Porte dello Jonio a fronte di una spesa minima di 20 euro. La raccolta punti avviene scaricando l’app gratuita “Coripet” o ritirando la Card Coripet nel supermercato. L’ Ecocompattatore è ubicato in un’apposita area esterna individuata dalla direzione del centro commerciale Porte dello Jonio. In questo periodo di avvio sarà presente nei pressi dell’Ecocompattatore un’assistente che fornirà indicazioni e supporto alla clientela, sia per il conferimento delle bottiglie, sia per la sottoscrizione della Card Coripet.”

LEGGI ANCHE – Kyma Ambiente: nuovi servizi per i lavoratori

“Il mangia-plastica è uno dei pilastri per l’economia circolare perché le bottiglie conferite dagli utenti verranno riciclate e con il granulo prodotto si realizzeranno nuove bottiglie in PET (il cosiddetto ciclo “Bottle to Bottle”). Il progetto è stato possibile in quanto il Comune di Taranto, Kyma Ambiente e Coripet promuovono fortemente l’economia circolare e una sempre maggiore sensibilizzazione sul tema della tutela ambientale che parte dalla corretta gestione dei rifiuti all’interno delle utenze domestiche.”

Parla Giampiero Mancarelli

«Questo nuovo Ecocompattatore rappresenta una delle azioni concrete di economia circolare a Taranto» commenta il presidente di Kyma Ambiente Giampiero Mancarelli. «Arriveranno altri macchinari a disposizione dei cittadini, che si sono già rivelati virtuosi nel conferimento di bottiglie all’Ecobox Kyma 4.0 posto nel cuore del borgo nel parcheggio di via Principe Amedeo. Oggi arriviamo in un’altra zona cittadina e continueremo ad estendere questi presidi di tutela dell’ambiente e riutilizzo delle risorse. Siamo certi che in tanti daranno il loro contributo, anche per incentivare ulteriormente il diffondersi della raccolta differenziata. Stiamo lavorando affinché Taranto sia esempio virtuoso, laboratorio delle buone pratiche ambientali. Una città, una comunità che diventa esempio per altre comunità».

Parla Mauro Tatulli

“Il commento di Mauro Tatulli, direttore del centro commerciale Porte dello Jonio: «Anche un piccolo gesto, come lo smaltimento responsabile di una bottiglia di plastica, può generare un impatto positivo verso le persone e il pianeta, e gettare un seme di prosperità per il futuro. La sostenibilità è il motore che anima ogni nostro progetto e anche attraverso questa iniziativa intendiamo confermare il nostro supporto ai territori in cui operiamo, ai talenti che li vivono e alle istituzioni che li governano, facendoci portavoce della missione della nostra azienda, Nhood: trasformare i luoghi del commercio in piazze di socialità e cultura, ricche di servizi pensati per il benessere delle persone, di oggi e del domani».

Infine l’attenzione per l’ambiente

«Conad e la Jonica Retail, da sempre attente alle tematiche ambientali ed allo sviluppo sostenibile, hanno voluto contribuire fattivamente sostenendo questa importante iniziativa» commenta Nicola Manzulli, direttore di Spazio Conad. «Per noi esiste solo un modo di fare commercio: farlo in modo sostenibile attraverso un insieme di azioni concrete basate sulla partecipazione e sull’inclusione. Per noi la vicinanza al territorio ed alla comunità viene prima di ogni cosa. È questo il senso più autentico dell’espressione “una comunità è più grande di un supermercato”». Queste le parole diffuse da parte della società partecipata alla stampa locale.

LEGGI ANCHE – Kyma Ambiente annuncia altre 11 tappe per la differenziata

Exit mobile version