Legambiente Taranto: ripartire dalle bici

Ecco cosa auspica l'associazione ambientale

0
245
legambiente taranto
Riconoscimento editoriale: donterase / Pixabay.com

TARANTO Legambiente Taranto invita a riscoprire il trasporto in bici per aiutare l’ambiente.

Infatti, il Decreto Rilancio permette a chi abita in città con più di 50mila abitanti di ottenere un bonus di 500 euro per una bici, un monopattino o un mezzo comune (no auto). Naturalmente, servono anche scelte degli enti locali per incentivare questo uso e garantire la sicurezza di chi va in bici.

Per questo, Legambiente Taranto ha chiesto in una lettera di fare nella Città dei Due Mari quello che fanno le altre città (con particolare riferimento a Bari). Quindi, l’associazione chiede di realizzare subito piste ciclabili anche se temporanee.

Le richieste di Legambiente Taranto

In più, chiede la realizzazione dei progetti approvati nel 2018 in tal senso. In più, servono ai ciclisti delle rastrelliere dove parcheggiare i mezzi in sicurezza. Così, si può fare in modo che le bici siano al sicuro.

Infatti, le rastrelliere dovrebbero avere posizioni strategiche, vicino a: scuole, parcheggi, uffici, piazze, edifici commerciali.

Infine, ci dovrebbe essere la possibilità di un reale guadagno in base ai chilometri fatti (come avviene a Bari). Servono anche maggiori zone 30 e una viabilità più sicura e più lenta.

L’associazione si dichiara aperta a un confronto anche per combattere gli esempi di inciviltà (come le auto in doppia fila).

“(…) rendere la vita più semplice a chi, già oggi, utilizza la bici o si muove a piedi, anzi: quanto più, nei prossimi mesi, si metteranno in cantiere interventi capaci di supportare la mobilità dolce, tanto più si aprirà la strada a quella modifica di abitudini e comportamenti che una parte di questa nostra città da tanto tempo aspetta”.

Così spiegano da Legambiente Taranto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui