Lizzano: bonifica della discarica Vergine si muovono i primi passi

Il colloquio tra Emiliano e Antonietta D'Oria (sindaco di Lizzano) ha permesso di muovere i primi passi sulla messa in sicurezza della discarica Vergine.

0
105
discarica lizzano

LIZZANO – A Lizzano un colloquio che si è tenuto tra il sindaco del paese D’Oria e il Presidente della Puglia Emiliano, permetterebbe l’inizio delle attività dedicate alla messa in sicurezza della discarica.

Le attività per la bonifica e messa in sicurezza hanno già avuto l’ok da parte del Tribunale di Lecce, un’anno fa. Il dispositivo che era stato emesso dal Tribunale, precisava che anche tenendo il fermo preventivo era possibile lavorare agli interventi di bonifica della discarica per salvaguardare l’ambiente circostante.

Era stato respinto invece la richiesta per il dissequestro della discarica che era stato avanzato dalla Lutum srl società sotto la guida del gruppo della CISA Massafra. Società che si occuperà comunque delle attività di bonifica.

La discarica appena ad un chilometro del centro cittadino, in tutti questi anni, ha emesso odori molesti, denunciati da associazioni e cittadini. Problemi che hanno portato ai due processi ancora in corso per gli ex gestori della Discarica Vergine, accusati di disastro ambientale.

I cittadini comunque richiedono che terminata la bonifica non si concedano nuove autorizzazioni per la ripresa delle attività all’interno della discarica. Richiesta che sembrerebbe essere accolta anche dalla Regione Puglia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui