Proposta di riduzione della TARI per le case di villeggiatura a Castellaneta
Fonte web: Wikipedia

CASTELLANETA -Ridurre la TARI per la casa di villeggiatura sarebbe un incentivo per incrementare il turismo locale.

La TARI è un onere annuale al quale qualunque proprietario di immobile deve adempiere. Il M5S ritiene che sia un controsenso dover pagare per intero la tassa sulla casa di villeggiatura, considerando che viene già pagata al 100% sull’abitazione di residenza.

Per questo motivo, chiede un taglio al 30% e ritiene che sia anche un modo per incentivare il turismo, portando la gente a restare nel proprio territorio anche durante le vacanze.

La mozione della proposta dei consiglieri pentastellari non trova approvazione.

Agostino De Bellis e Lello Rochira sottolineano il fatto che già in alcune località balneari si è adottato questo sistema, considerando che la TARI viene pagata al 100% sull’abitazione di residenza.

Basterebbe dimostrare l’avvenuto pagamento e anche che la casa di villeggiatura non sia stata locata.

L’Assessore all’ambiente Giuseppe Angelillo riferisce i pareri del Collegio dei Revisori dei Conti e del responsabile del servizio finanziario del comune.

Si ritiene che, dal momento che il pagamento della tassa sui rifiuti riguarda l’anno successivo, non si può dimostrare l’avvenuto pagamento al 100% della TARI per l’abitazione principale.

Si intende, inoltre, effettuare questo genere di riduzione soltanto ai centri comunali che effettuano la raccolta differenziata,  dando così la possibilità di poterne godere tutta la comunità. Inoltre, si intende applicare questo sconto anche alle attività commerciali che vorranno aprire nel centro storico.