MANDURIA – Si vogliono mantenere le acque e le spiagge sia libere che private più pulite, ma sopratutto si vuole limitare l’inquinamento ambientale nel rispetto della salute.

L’amministrazione comunale, in un’ordinanza, ha preso un provvedimento che vuole mettere a freno il comportamento irresponsabile di molti fumatori che solitamente lasciano cicche di sigarette ovunque, noncuranti di come un mozzicone di sigaretta faccia la differenza nel rispetto ambientale.

Multe salate per i fumatori che devono fare attenzione perché non potranno fumare nella zona balneare, entro dieci metri dalla battigia.

Il divieto si allarga a tutte le aree soggette ad una maggiore tutela naturalistica, come le Riserve naturali, la Salina dei Monaci, il fiume Chidro, il cordone dunale, gli arenili e i boschi.

A Manduria, il regolamento è più rigido di altre città in cui è stato deciso il rispetto delle zone prospicienti al mare. Lo stesso divieto, infatti, è esteso anche in città, ove ci sono soggetti vulnerabili, come i bambini e le donne incinte.

L’atto di divieto, firmato dal commissario Raffaele Saladino, indica il divieto di gettare rifiuti prodotti dal fumo, come le cicche, le cartine, il tabacco, sia sul suolo che nelle acque e con particolare riferimento alle aree soggette ad una maggiore tutela naturalistica.

Si desidera combattere contro i comportamenti incivili e migliorare, così, le condizioni dell’ambiente, la vivibilità dei cittadini e dei turisti e tutelare la salute.

Si desidera preservare le bellezze naturali e paesaggistiche di Manduria che rappresentano un importante attrattore turistico.