TARANTO – Secondo il segretario generale Biagio Prisciano, della Fim Cisl di Taranto Brindisi, è giusto impegnarsi nella riapertura dell’Aia, anche perché siamo in ritardo e anche in presenza di tecnologie al quanto obsolete che bisogna adeguare quanto prima.

Inoltre c’è un piano ambientale e industriale che bisogna rispettare, dato che l’accordo è stato avviato il sei settembre del 2018. Per questo motivo noi della Fim Cisl rivendichiamo con fermezza che il tutto sia finalizzato principalmente ad accelerare le operazioni d’ambientalizzazione e per la messa in sicurezza degli impianti.