MASSAFRA – Si sono messi a lavoro gli alunni del plesso “Andria” dell’istituto comprensivo “Giovanni Pascoli – Niccolò Andria”, che hanno raccolto cartacce e ogni rifiuto esistente negli spazi esterni alla scuola.

Hanno messo in atto un’idea che sta andando tanto di moda e che coinvolge il web.

Oggi si sa che esiste questa mania di fotografare e filmare ogni momento di vita quotidiana, ma per fortuna, questa volta, gli scatti sono stati fatti per una giusta causa.

La “trash challenge“, è una sorta di gara a liberare gli spazi dai rifiuti. Basta fotografare il luogo incriminato sia prima che dopo e fare il confronto.

E’ ciò che hanno fatto anche gli alunni dell’Istituto di Massafra.

Se noi andiamo a cercare sul web sotto la voce “trash challenge“, troviamo moltissime testimonianze di questa sorta di gara, che rappresenta uno stimolo per i giovani che spesso hanno bisogno di una spinta per dimostrare la loro buona volontà.

Chiunque può raccogliere questa interessante sfida e postare sul web la foto di prima e dopo, con l’hashtag “#trashchallenge”.

Chiamiamolo moda o gioco, ma ne beneficia l’ambiente e l’istituto comprensivo “Giovanni Pascoli – Niccolò Andria” di Massafra, guidato dalla professoressa Dominica De Luca, ha messo in atto questa iniziativa, giorno 6 aprile.

Gli alunni delle sette classi di scuola media inferiore hanno aderito al progetto. Accompagnati dalle rispettive insegnanti, dal gruppo “squadra natura” e da alcuni genitori, hanno ripulito gli spazi esterni e quelli limitrofi alla scuola, arrivando fino in via Crispiano e via Pasolini e liberando di rifiuti anche via Aosta.

Per i ragazzi è stato un momento di allegria e coinvolgimento, tanto che molte persone abitanti delle zone circostanti all’istituto hanno preso parte al progetto. A fine lavoro, gli alunni sono stati premiati con una ricca merenda bio.

Gli alunni hanno dimostrato interesse e sensibilità nella cura dell’ambiente.