Home Notizie Attualità Come aiutare gli ucraini da Taranto? L’appello dell’arcivescovo Santoro

Come aiutare gli ucraini da Taranto? L’appello dell’arcivescovo Santoro

La Puglia si attiva per aiutare gli ucraini attraverso raccolta fondi e beni di prima necessità: l’appello dell’arcivescovo Santoro.

aiutare gli ucraini taranto

La Puglia si mobilita per aiutare gli ucraini: l’arcivescovo Santoro fa un appello ai tarantini con una lettera contenente le informazioni utili per le donazioni, in particolare su cosa e dove donare e quali sono i beni di primaria necessità da consegnare.

Guerra in Ucraina: la lettera dell’arcivescovo Santoro alla comunità tarantina

“Carissimi fedeli”, inizia la comunicazione dell’arcivescovo, “di fronte alla terribile guerra in Ucraina, come comunità diocesana, oltre alla preghiera, che è indispensabile, ci mobilitiamo anche con aiuti di vario tipo. La Caritas Nazionale sta già organizzando una raccolta di indumenti e alimenti a lunga conservazione, pertanto non è necessario donare questo genere di aiuti a livello locale”. Dunque, cosa serve a stretto giro? “Come Arcidiocesi di Taranto, tramite la Caritas Diocesana, partecipiamo con una raccolta di medicinali e indumenti che sono stati richiesti, tra cui: bende sterili, paracetamolo 500, antidolorifici, collare cervicale, coperte, piumoni e indumenti intimi per bambini”.

I beni andranno consegnati presso il Centro Polivalente San Giovanni Paolo II di via Lisippo 8, nel quartiere Tamburi. “La raccolta più raccomandata è quella in denaro”, da inviare via bonifico bancario intestato a Caritas Diocesana di Taranto (IBAN IT08H0538515804000000036485). “Rispondiamo con generosità a questa gravissima emergenza che tocca i nostri fratelli e sorelle dell’Ucraina, ma che interessa anche tutti noi”.

Exit mobile version