Arsenale: i sindacati richiedono l’intervento e l’impegno del Ministro Trenta

I sindacati sul caso Arsenale sono chiari: si passi dalle parole ai fatti perché altrimenti il rischio è il declino della struttura e la paralisi operativa.

0
62

TARANTO – Lanciato l’appello al Ministro Trenta, i sindacati chiedono che si arresti il declino dell’arsenale che al momento sembra essere irreversibile. Infatti, la ministra durante il suo soggiorno a Taranto ha parlato dell’importanza dei progetti legati alla produttività dell’Arsenale sia per il personale civile sia per quello militare.

Secondo i sindacati però, questo non basta, è necessario cambiare le regole per assumere realmente personale giovane che possa sostituire gran parte di quello che tra pochi anni raggiungerà la pensione.

Se la classe politica non fa niente per rendere concrete le assunzioni di nuovi giovani, anche quelle di questo governo attuale saranno solo parole e promesse mancarequeste le parole dei sindacati in merito alla vicenda– dunque è necessario adoperarsi al fine di permettere il ricambio generazionale e non lasciare che l’Arsenale si trovi alla deriva a causa di una paralisi dal punto di vista operativo.