Buona la prima per il mercato massafrese

Pareri discordanti sulla nuova allocazione: c'e a chi piace e chi toglie il saluto all'assessore Di Bello

0
82
Buona la prima per il mercato massafrese

MASSAFRA – Buona la prima per il mercato massafrese settimanale che oggi ha ripreso la sua attività a pieno regime in zona S. Oronzo. La grande affluenza di stamane dimostra l’attaccamento dei massafresi all’appuntamento del martedì.

«..…e alla fine il mercato in zona S. Oronzo si farà!» Questo l’incipit del post pubblicato ieri dall’assessore alle Attività Produttive Raffaello Di Bello sulla sua pagina Facebook.
Ieri l’assessore spiegava così le difficoltà incontrate: «Il tanto atteso parere igienico sanitario, da noi richiesto alcune settimane fa, è arrivato all’ora di pranzo dandoci il via libera… Certo, ci tocca ancora una volta correre visto che abbiamo solo questo pomeriggio a disposizione per mettere a punto tutti i dettagli… ma il grosso è fatto. Desidero chiarire che non ci sono né vincitori né vinti; anzi, l’unico vincitore è il paese che riavrà finalmente il suo mercato settimanale in condizioni di maggiore sicurezza.»

Sentiti i ringraziamenti contenuti nel post fiume: «Grazie a Fabrizio Quarto che anche in questa circostanza ha dimostrato di essere persona eccezionale, quando occorre lui c’è sempre e il suo intervento è stato, come del resto in altri frangenti, decisivo.

Grazie ai seguenti colleghi di giunta che hanno condiviso questa importante decisione: Michele Bommino, Nicola Zanframundo, Tonia Di Gregorio, Paolo Lepore, Maria Rosaria Guglielmi.

Grazie a tutti i colleghi di maggioranza per l’appoggio espresso in questa particolare e complicata vicenda; e quando dico tutti, includo anche il consigliere Antonio Ciaurro nei cui confronti, nonostante alcuni eccessi degli ultimi giorni, la mia stima rimane immutata, persino anche se questa non dovesse essere ricambiata.

Gli riconosco di aver sostenuto con veemenza una posizione sicuramente contraria ma palese, espressa senza infingimenti alla luce del sole, e ciò a mio avviso merita apprezzamento.

D’altronde sono ben consapevole del fatto che il mercato in zona S. Oronzo non rappresenti la soluzione perfetta; senza contare che questa scelta mi è costata carissima perché alcuni (o molti, boh…) ora mi detestano, altri mi hanno addirittura tolto il saluto.

Ma io ritengo che chi amministra non possa nascondere la testa sotto la sabbia e debba assumersi la responsabilità di scelte che, sebbene non caratterizzate dall’unanimità, operino almeno, come accaduto in questo caso, un onesto e sereno bilanciamento degli interessi in gioco; avevo il dovere morale di prospettare una soluzione che garantisse la continuità del mercato settimanale giacché non sarebbe stato giusto privare i cittadini massafresi di una tradizione, di un “rito” (concedetemi il termine) antichissimo ed incancellabile, ed a mio avviso la zona S. Oronzo, come soluzione temporanea, è quella che si presta meglio a tal fine.

Sì, soluzione temporanea perché si sta già lavorando concretamente (in termini di elaborazione di progetto) alla nuova e definitiva area mercatale.

Tra i consiglieri comunali, infine, ce n’è uno in particolare che mi tocca citare e ringraziare (e non me ne vogliano gli altri) per essere diventato negli ultimi mesi il mio “incubo quotidiano”, ovverosia il consigliere comunale Pino Lippolis.

Se non fosse stato per i suoi (più che) quotidiani ed (in)sopportabili incitamenti a chiudere la questione mercato, probabilmente avrei mollato. Lui, insieme al sindaco, è stato con me praticamente sin dall’inizio, e come nei migliori film di Totò e Peppino, non ci siamo fatti mancare nulla, comprese le personali misurazioni (con apposito strumento a ruota) della larghezza di alcune strade di Massafra nell’intento di individuare quelle più idonee a dare collocazione al mercato.

Ora, di corsa ad incontrare i commercianti…. e speriamo che tutto vada per il meglio!»

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui