“Carta dei Diritti della Bambina“ anche a Massafra

Si tratta di un importante documento stilato dalla FIDAPA BPW e proposto a livello internazionale.

0
472
“Carta dei Diritti della Bambina“ anche a Massafra

MASSAFRA – L’adozione è stata proposta dall’Assessore alle Politiche Sociali, Istruzione, Terzo Settore e Pari Opportunità Maria Rosaria Guglielmi.

E’ ispirata alla Convenzione ONU sui Diritti del fanciullo del 1989. La “Carta dei Diritti della Bambina” è stata presentata ed approvata durante il Congresso della BPW Europa svoltosi a Reykjavik nel 1997. Nel 2016 è stata poi aggiornata, tenendo conto delle leggi sopravvenute in tutto il mondo.

L’ iniziativa di creare questo importante documento nacque dall’esigenza di promuovere l’affermazione e la tutela dei diritti delle donne fin dalla nascita.

Perché ogni bambina cresca nella consapevolezza dei suoi diritti e dei doveri contro ogni forma di discriminazione.

In questo mese di novembre, vi sono altre ricorrenze importanti, come la Giornata Mondiale dei Diritti del Fanciullo e la Giornata Mondiale contro la violenza delle donne.

A Massafra, l’adozione ufficiale della “Carta dei Diritti della Bambina”.

In Consiglio Comunale, la scelta dell’adozione della “Carta dei Diritti della Bambina” è stata contestualizzata proprio nel mese di novembre, in cui cadono altri due eventi importanti.

Con l’adozione di questo importante documento, a Massafra verranno coinvolte le scuole e quindi gli alunni alla conoscenza dei nove articoli di cui è composta.

In questo modo, si permetterà a ciascun bambino di prendere maggiore consapevolezza dei suoi diritti, oltre che dei doveri di cittadino.

L’assessore Guglielmi desidera presentare ufficialmente la “Carta dei Diritti della Bambina”, con un evento che coinvolgerà i tre Istituti Comprensivi del territorio.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui