Convenzione tra Comune di Taranto e Consiglio Notarile

Al via una nuova convenzione stipulata a Taranto

Kyma Mobilità a Taranto
Kyma Mobilità a Taranto

TARANTOComune di Taranto e Consiglio Notarile ionico insieme dopo la stipula di una nuova convenzione firmata dal commissario prefettizio Vincenzo Cardellicchio e da Antonello Mobilio, attuale presidente dell’Ordine Notarile. Ecco le parole del comunicato.

La convenzione a Taranto

“Un tassello importante sulla strada della legalità è stato definito a Taranto con la sottoscrizione di una convenzione tra il Comune dei Due Mari e l’Ordine dei Notai. Oggi infatti è stato sottoscritto tra il Commissario Straordinario S.E. Vincenzo Cardellicchio ed il presidente dell’Ordine dei Notai Dr. Antonello Mobilio una convenzione che consente ai notai della Città un accesso veloce e privilegiato alle documentazioni demografiche, prodromo di successivi sviluppi in materia urbanistica e successivamente di accesso agli strumenti comunali di programmazione territoriale. Velocità e certezze che metteranno al riparo i cittadini tarantini da possibili errori o incertezze dando uno strumento di lavoro celere ed economico alla categoria dei Notai, categoria che rappresenta un’eccellenza ed un vanto italiano nel panorama giuridico ordinamentale posto a garanzia dei rapporti tra privati e presidio di legalità per lo Stato.”

Innovazione in materia urbanistica

Infine “Un’innovazione questa firmata oggi, e così anche le prossime allo studio in materia urbanistica, che va ad affiancarsi all’azione di modernizzazione e di attualizzazione delle procedure ormai da tempo avviata negli Studi notarili e che si riverbera in un risparmio per l’utenza ed un maggior controllo pubblico sulle transazioni, e che corrobora, infine, lo sforzo del Ministero della Giustizia, organo vigilante della categoria, impegnato a traghettare il nostro Paese su modelli procedurali sempre più innovativi. L’occasione è stata utile anche per fornire al Prefetto Cardellicchio uno spaccato conoscitivo della società tarantina vista da un osservatorio molto privilegiato ed attento quale quello degli studi notarili di Città.” Così recita la nota apparsa sul sito dell’ufficio stampa di Palazzo di Città.

LEGGI ANCHE – Comune Taranto e Kyma Ambiente per la tutela del mare