Curare con la musica. Un progetto dell’associazione Echéo a favore dei pazienti dell’Ospedale San Pio

Prevista l'installazione di un impianto di filodiffusione musicale per il reparto oncologico del nosocomio di Castellaneta.

0
56

CASTELLANETA – E’ scientificamente provato che la musica cura la mente e aiuta a guarire dalle malattie. Per questo motivo, a beneficio dei pazienti dell’Ospedale San Pio, è stato avviato un progetto che mira a creare un clima di serenità utile ai pazienti, ai loro familiari e per tutto il personale.

Il Progetto che si chiama “La musica che cura”, prevede l’installazione di un impianto di filodiffusione musicale nel reparto oncologico del nosocomio di Castellaneta.

Gli studi scientifici dimostrano come la musica sia la migliore terapia e perciò, con questa iniziativa, si desidera creare uno standard di benessere, dove si respira sempre ansia, dolore e preoccupazione.

Con la musica diventa tutto più facile per i pazienti e i loro familiari, che respireranno in ospedale un clima sereno e tranquillo.

Il Presidente dell’Associazione Echéo, Pasquale Rizzi, chiede la collaborazione di tutti coloro che questa estate vogliano dare un contributo sostenendo il progetto che necessita di fondi.

Già alcune associazioni e gruppi musicali hanno aderito e offriranno il ricavato dei loro eventi estivi all’associazione.

Tutti lo possono fare perché come afferma il Presidente dell’associazione, non bisogna avere confini da superare, ma orizzonti da raggiungere.