Detenuti e scout di Martina Franca in un progetto di recupero della Chiesa rupestre di San Nicola

Progetto sociale che ha fatto incontrare due realtà diverse, giovani e detenuti.

0
167

MARTINA FRANCA – E’ stata inaugurata la Chiesa Rupestre di San Nicola che si trovava in stato di abbandono, grazie ad un progetto a cui hanno collaborato detenuti e giovani scout.

Al recupero della chiesetta di San Nicola-Belvedere in stato di trascuratezza, hanno collaborato gli Scout del gruppo Martina Franca 1 in collaborazione con il centro socio rieducativo “Fieri Potest”.

Il progetto sociale è stato non solo di recupero di un bene di grande importanza storica per il territorio, bensì qualcosa di più, perché l’esperienza vissuta da due realtà diverse, ha permesso una crescita intellettiva, ma anche dal punto di vista umano.

Il gruppo degli scout, ogni anno si fa promotore di varie iniziative sul territorio e stavolta ha collaborato con i detenuti destinatari di provvedimenti di permesso di lavoro, per il recupero della bellissima chiesa rupestre.

Questa è stata anche l’occasione per i ragazzi di soffermarsi sulla vita dei detenuti, fatta di monotonia e di privazione della libertà.

Mettersi a confronto, giovani di oggi e carcerati induce alla riflessione per vari aspetti diversi, come l’importanza della libertà, ma anche il rispetto degli altri e delle regole.

Sentire il racconto delle storie di ognuno di loro, ha permesso di riflettere su come i pregiudizi facciamo male e impediscano l‘inserimento dei detenuti nel mondo sociale e lavorativo.

Il percorso ha lasciato in ognuno dei partecipanti un segno indelebile perché ha aperto le loro menti ad una visione diversa della vita nelle carceri.

In questo progetto durato tre mesi, si lavorava duramente per liberare la Chiesa di San Nicola dai rovi, ma nel frattempo si sono strette delle amicizie e intrecciate esperienze di vita diverse.

Si ritiene che il gruppo degli scout, anche questa volta abbia raggiunto l’obiettivo e cioè quello della scoperta da parte dei giovani del mondo delle carceri e della reintegrazione all’interno della società.