TARANTO: Dopo la riunione avvenuta giovedì, che ha coinvolto le organizzazioni sindacali Fim, Fiom e Uilm, convocata per mancate informazioni e aggiornamenti circa la formazione specifica sullo strumento di integrazione al reddito dei lavoratori, nulla è cambiato.

Si è verificato un clamoroso scarico di responsabilità tra funzionari addetti delle varie sezioni, solidarietà, parole e pacche sulla spalla, ma nessun vero interesse rispetto ai lavoratori in difficoltà e alla situazione economica in cui vivono da mesi.

Fim, Fiom e Uilm avrebbero voluto ricevere delle belle notizie a proposito dell’avvio dei corsi formativi per la riqualificazione professionale dei lavoratori che avrebbero permesso il reinserimento lavorativo e di conseguenza l’integrazione al reddito, seguendo ed eseguendo un progetto serio ed esigibile. Ma niente è andato come sperato.