TARANTO La giornata della Marina Militare è stata una delle cerimonie più suggestive dell’ultimo periodo. Sono numerose le autorità che hanno partecipato dal Capo di Stato Maggiore della Difesa il Generale Vecciarelli, il Capo di Stato Maggiore della Marina l’Ammiraglio Girardelli, il Comandante in Capo della Squadra Navale l’ammiraglio Marzano e il Comandante del dipartimento marittimo Sud Salvatore Vitiello, infine c’era anche il Capo di Stato Maggiore della Difesa Algerina e il Ministro della difesa Elisabetta Trenta. 

Una coreografia mozzafiato: grazie alla regina dei mari

La coreografia della cerimonia ha lasciato tutti senza fiato, infatti per rendere speciale l’evento è arrivata la “regina dei Mari” la nave scuola Amerigo Vespucci, un vanto della tradizione marinara tarantina. Anche diversi civili hanno assistito alla cerimonia per la giornata della marina. 

Durante questa giornata dedicata ai militari è avvenuta anche la bandiera di combattimento alla Nave Martinengo un’unità di ultima generazione. Celebrato inoltre, come ogni anno, anche l’anniversario dell’impresa Premuda, che è avvenuta il 10 giugno del 1918 durante il conflitto della prima guerra mondiale.

Oltre la Regina dei Mari, la coreografia ha previsto anche ben 20 navi nel Mar Grande, i cieli invece sono stati sorvolati da aerei ed elicotteri a bassa quota, e si sono lanciati anche diversi paracadutisti che hanno fatto da sfondo alla nazione.

Le parole del Ministro Elisabetta Trenta

Anche il Ministro Trenta è salita a bordo della Vespucci durante la cerimonia, e poi attraverso la “pilotina” della Marina Militare, ha effettuato gli onori di rito previsti durante la rassegna. Oltre a visitare la Vespucci, la ministra ha rilasciato una dichiarazione nella quale ha detto “Non c’è alcun dubbio che la Marina Militare Italiana sia da sempre sulla scia della continua modernizzazione. Il processo riguarda delle linee operative che sono iniziate con la Legge Navale del 2014. Nell’ottica del consolidamento della Squadra Navale, il progressivo ingresso in operatività di ben sette unità della classe Fremm lo può testimoniare” Il ministro ha voluto sottolineare anche che “Oggi è tempo di fare, costruire e rinnovare” 

Le parole dell’Ammiraglio Girardelli

Durante la giornata della Marina Militare anche l’ammiraglio Girardelli ha scelto di rilasciare una dichiarazione durante questo evento. Il suo discorso è stato dedicato a tutti gli uomini e alle donne della Marina che al momento si trovano in quattro continenti differenti.

L’Ammiraglio Girardelli infatti ha detto: “Oggi duemila donne e uomini delle marina sono presenti in quattro continenti dagli USA all’Afghanistan, dall’Inghilterra al Gibuti, e sono impegnati nei mari, nei cieli e negli Oceani di tutto il mondo per riuscire a contribuire alla sicurezza e alla stabilità nazionale“. Walter Girardelli durante il suo intervento a Taranto ha voluto anche parlare dell’operazione Europea Atalanta per il contrasto alla pirateria del Golfo di Aden e del bacino somalo. 

Rinnovamento della flotta della Marina Militare

La Marina Militare durante la giornata a lei dedicata ha affermato anche che ci sarà presto un’opera di rinnovamento della flotta. A fianco della Marina Militare Italiana è Leonardo che aiuterà il corpo ai sistemi radar, subaquei, di difesa e gestione del combattimento sulle sue unità navali. La Fremm Martinengo, la nuova nave della marina militare e prova del rinnovamento dell flotta, durante la giornata dei festeggiamenti ha ricevuto la bandiera di guerra.

FOTO MARINA MILITARE