Ilvarum Yaga: 100 fumettisti in mostra contro l’Ilva

La mostra si aprirà al Centro di Ricerca Arte Contemporanea (Crac Puglia)

Taranto, ArcelorMittal, ilva

TARANTO – Si aprirà il prossimo 8 novembre al Centro di Ricerca Arte Contemporanea (Crac Puglia) in Corso Vittorio Emanuele II la mostra Ilvarum Yaga.

Si tratta di una serie di opere a fumetto che mostrano l’Ilva nei suoi aspetti più inquinanti e pericolosi per la salute. L’Ilva è il motivo per cui i bambini dei Tamburi non possono giocare nei parchi cittadini (le aree sono interdette dall’ultima amministrazione Stefàno) e per cui l’aria è irrespirabile e le case si tingono di rosa.

Ilvarum Yaga prende il nome da una delle opere esposte, che mostra la fabbrica come una strega nera che avvolge la città.

“Ilvarum Yaga è il nome di una strega malefica capace di trasformarsi in vento e polvere: così s’insinua nelle case degli uomini, si nasconde nei corpi dei bambini e lentamente si nutre dei loro pensieri, dei loro sogni, del loro futuro” spiega l’organizzazione.

L’evento si presenta una volta ogni 2 anni da 5 anni, in Comuni del tarantino e del leccese. Per questa edizione, si è scelta proprio una sede nel centro della città. La mostra si potrà visitare fino al 30 novembre 2019.