Home Notizie Attualità Martina Franca: PUG “decisione scellerata”, il comunicato

Martina Franca: PUG “decisione scellerata”, il comunicato

Il Pug di Martina Franca è una decisione scellerata secondo le associazioni ambientaliste.

Martina Franca
Martina Franca

MARTINA FRANCA – Allarme da parte delle associazioni ambientaliste di Martina Franca che giudicano il Piano di urbanistica generale niente altro che una scellerata decisione l’individuazione dell’area industriale che andrebbe a deturpare l’ambiente.

Martina Franca: i pareri di WWF, speleologi e Osservatorio questione urbanistica

“Nel corso dell’incontro sulla bozza di PUG, inerente le opzioni di trasformazione previste per gli insediamenti produttivi, il WWF, il Gruppo Speleologico Martinese e l’Osservatorio sulla Questione Urbanistica hanno chiesto ufficialmente lo stralcio della Zona Industriale ‘Gorgofreddo’ : una scellerata previsione, in palese contraddizione con la vision, gli obiettivi generali prioritari e quelli specifici dello stesso PUG, di una zona industriale in un’area di 63 ettari completamente vergine, di estremo pregio secondo le previsioni del PPTR, (strumento sovraordinato): l’area ricade completamente all’interno del SIC Murgia di Sud Est e del Parco Agricolo Multifunzionale di valorizzazione della Valle dei Trulli.” Queste sono solo parte delle motivazioni.

WWF, speleologi e osservatorio rincarano la dose

Infatti il comunicato prosegue ad elencare le negligenze ambientali: “È inoltre contigua alla Riserva Naturale Statale Murge Orientali e ad alcuni tratturi storici, testimonianza della stratificazione insediativa. All’incontro era presente il Comandante dei Carabinieri Forestali responsabile della Riserva che ha rappresentato tutte le proprie perplessità a riguardo. L’area si sovrappone ad habitat di straordinaria importanza tipo l’habitat cod 9250 Boschi di Fragno perimetrato con DGR 2442_2018.”

LEGGI ANCHE – Martina Franca: bozza piano urbanistico generale online

“All’interno della stessa sono segnalati, dallo stesso PUG, un geosito; diversi trulli e fabbricati rurali in pietra a secco oltre a una fitta rete di muri a secco. Senza rilevare che sorge su Via Mottola; una delle strade più belle della Puglia, e per tale motivo indicata nel PPTR come strada a valenza paesaggistica; che qualcuno vorrebbe far diventare una sorta di superstrada.
Tutto ciò in piena contraddizione con gli annunci di un PUG che punta al recupero versus il consumo di suolo!”

Ambientalisti si rivolgono al Sindaco

Infine arriva un appello al sindaco di Martina Franca Ancona che sta per concludere il suo doppio mandato.
“Ci auguriamo e siamo certi che il Sindaco Ancona saprà concludere il suo mandato all’altezza dei 9 anni precedenti stralciando tale previsione.” hanno rimarcato i Presidenti delle associazioni.

Exit mobile version