Martina Franca: si attende risposta del Ministero per l’Ufficio del Giudice di Pace

Durante il vertice che si è tenuto nel tribunale di Taranto. Il Comune ha messo a disposizione un'unità di personale categoria D aggiuntiva.

0
98
Martina Franca: si attende risposta del Ministero per l'Ufficio del Giudice di Pace

MARTINA FRANCA – Durante i giorni scorsi, al Tribunale di Taranto si è svolto un incontro pensato per risolvere il problema destinato alla permanenza dell’ufficio del Giudice di Pace a Martina Franca. La riunione ha visto la partecipazione di Antonella Manicone (dirigente del Tribunale), dei Giudici di Pace di Martina Franca: Sportelli Martino e Di Biase Alessandra; dell’assessore al personale e del vicesindaco di Martina. Era presente infine: Fedele Moretti (Presidente dell’Ordine degli avvocati Taranto).

Durante l’incontro è emerso che il Comune di Martina Franca, con la delibera effettuata dalla Giunta Comunale ha assegnato l’ufficio del Giudice di Pace, per un anno dallo scorso 16 novembre a un’unità d’impiegati di categoria D. Il presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati ha richiesto che questa soluzione possa determinare il mantenimento dell’Ufficio Giudiziario nel completo interesse della comunità e della collettività di Martina Franca e degli avvocati del Foro. 

Il Tribunale comunque ha preso atto della volontà dell’Amministrazione e procederà a comunicare il tutto al Ministero della Giustizia. Dopo di ché spetterà, entro il 31 dicembre, al Presidente Anna Simona, di comunicare tutti gli adempimenti.

Tutto ciò in attesa che comunque il Ministero della Giustizia possa assicurare l’assegnazione del suo personale, quando entrerà in vigore il decreto legislativo nel 2021, che prevede l’assegnazione dei Giudici di Pace con competenze nuove che si aggiungono a quelle che rientrano già nella loro giurisdizione. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui