Il TAR autorizza i lavori di miglioramento all’impianto Aseco di Ginosa

L'Aseco a Ginosa potrà iniziare i lavori di miglioramento dell'impianto. Questo quanto deciso dal TAR che ha respinto l'istanza e il ricorso del Comune di Ginosa.

Impianto Aseco di Ginosa. Sopralluogo assessore all'Ambiente
Fonte web: foto di repertorio

GINOSA – Il TAR di Lecce ha rigettato l’istanza per la sospensiva proposta dal Comune di Ginosa e dal Comune di Castellaneta, e di conseguenza anche il ricorso. Secondo il Tribunale di Lecce sono infondate le ragioni esposte dal Comune in opposizione ai lavori di ampliamento e miglioramento dell’impianto Aseco di Ginosa.

L’annuncio del pronunciamento sulla sentenza è stato fatto direttamente dall’Acquedotto Pugliese, della quale l’Aseco è una società partecipata. Nella sentenza il TAR di Lecce ha chiarito la potenzialità del sito nel trattamento dei rifiuti, e che i lavori proposti dalla società sono in attuazione di obblighi e prescrizioni previste dall’Autorizzazione ambientale, al fine di migliorare e contenere anche l’emissioni odorigene, e la gestione delle acque di tipo meteorico.

Dunque le opere in progetto in ottemperanza delle prescrizioni svolte dall’Autorità di Controllo della Regione Puglia, con l’importo complessivo pari a 13 milioni d’euro del quadro economico, contribuiranno al miglioramento dell’impianto e non ad una variazione del processo o ampliamento della struttura.