Taranto, carenze di personale nella giustizia. La relazione

A Taranto manca personale giudiziario

Percorso di rieducazione dei detenuti nel Tribunale di Taranto

TARANTO – L’apertura dell’anno giudiziario porta brutte notizie per Taranto, infatti secondo una relazione della Corte di Appello di Lecce sono tante le carenze di personale a livello giudiziario che pesano su tutto il territorio ionico.

Taranto: le carenze di personale

“Manca la dirigente amministrativa dall’1.2.2021, allorquando la già menzionata ha assunto un nuovo incarico presso l’Ispettorato Generale del Ministero della Giustizia. Di conseguenza, è rimasto vacante anche il ruolo di dirigente amministrativo dell’Ufficio del Giudice di pace di Taranto, che la medesima svolgeva a titolo di reggenza. L’attuale pianta organica del personale prevede n. 180 unità di personale amministrativo; la dotazione “di diritto” alla data del 30.06.2021 è di n. 130 unità, ma tale dotazione non risponde a quella di fatto in quanto vi sono 14 unità in distacco presso altri uffici (12 presso uffici del distretto di Lecce, una unità di direttore distaccata all’Ispettorato del Ministero della Giustizia ed un autista alla Procura di Trento).”

Le carenze costanti

Poi “Il Tribunale usufruisce di n. 13 applicazioni di personale che proviene da altre amministrazioni o da altri distretti. Nel periodo d’interesse hanno preso servizio a tempo indeterminato: un direttore amministrativo ed un assistente giudiziario. Altri cinque assistenti 44 Relazione per l’inaugurazione dell’anno giudiziario 2022 della Corte d’Appello di Lecce sono stati comandati/applicati provenendo da altre sedi; tre operatori sono stati incardinati in quanto assunti a tempo determinato (due anni). Nello stesso arco di tempo sono state collocate a riposo ben sette unità: un funzionario; un assistente; due operatori, un autista e due ausiliari. Hanno ottenuto il trasferimento ad altre sedi: un funzionario, un cancelliere, un autista; mentre sono stati applicati ad altre e di: un funzionario, un assistente e un ausiliario. Infine, è cessato il comando relativo ad un operatore. In definitiva, la presenza effettiva è stata quindi di n. 116 unità, pari alla percentuale del 35%, con picchi anche superiori per i tre profili professionali più importanti: direttore (carenza del 41%), funzionario (carenza del 51%) e cancelliere (43%).”

LEGGI ANCHE – Tribunale di Taranto: incontro tra avvocati e vertici