Taranto: sciopero degli Uffici Postali per un mese, sino al 24 Settembre

Il sindacato Slc Cgil di Taranto ha deciso d'indire uno sciopero delle prestazioni straordinarie e aggiuntive in tutti gli uffici postali della provincia per un mese.

0
87

TARANTO – Date le condizioni in cui stanno lavorando gli impiegati alla Posta nella provincia di Taranto, il sindacato Slc Cgil di Taranto ha deciso d’indire uno sciopero sulle prestazioni straordinarie e aggiuntive per tutti gli uffici della provincia. Il motivo dello sciopero è dovuto al malcontento dei lavoratori.

La segretaria del sindacato Paola Palumbo spiega che all’interno degli uffici i dipendenti si sono dimezzati, specie dopo Quota 100 che ha portato molti dipendenti alla pensione. In poche parole, negli uffici manca il personale, così chi c’è deve fare diverse ore di straordinario, turni doppi, non può fruire delle ferie ecc…non solo la mancanza di personale si ripercuote anche sulle attese di chi deve usufruire del servizio postale.

Per questo motivo dal 26 al 24 agosto ci sarà uno sciopero per le prestazioni straordinarie, che forse creerà un po’ di disservizio, ma che serve a far comprendere la necessità di nuovo personale, a differenza di quanto invece sostiene Poste Italiane S.p.A per la quale il personale impiegato nella provincia di Taranto (unica in tutta la Puglia) sarebbero sufficienti, ma se così fosse perché gli operatori devono fare doppi turni e non godere delle ferie?