Taranto: il TAR ordina chiusura area a caldo Ex Ilva

Il TAR di Lecce ha preso la sua decisione accogliendo l'ordinanza che era stata emanata da parte del Sindaco Melucci.

ArcelorMittal - ex ilva

TARANTO – Il TAR di Lecce ha ordinato la chiusura dell’area a caldo dell’Ex Ilva entro due mesi.

La decisione arriva con l’accoglimento dell’ordinanza emanata dal Sindaco Melucci che aveva disposto a Ilva in AS e ArcerlorMittal di individuare entro un mese le fonti responsabili delle emissioni inquinante e di procedere alla loro rimozione.

In caso contrario ArcelorMittal avrebbe dovuto effettuare lo spegnimento degli impianti.

Il TAR ha anche predisposto sia all’Ilva in amministrazione straordinaria sia ad ArcelorMittal il pagamento dei danni al Codacons, ad Arpa Puglia e al Comune di Taranto.

Secondo il TAR sussiste un pericolo per i cittadini dovuto ai numerosi fenomeni emissivi sempre più frequenti dato lo stato degli impianti produttivi.