Taranto, Vescovo Santoro a Emiliano: questione Ilva prioritaria

Il vescovo di Taranto ha deciso di parlare ad Emiliano e ha chiesto di rendere la questione dell'Ex Ilva prioritaria per i lavoratori in difficoltà.

0
55
Mons. Santoro - Taranto

TARANTO – Il Vescovo Santoro di Taranto ha deciso di parlare al neo presidente, appena riconfermato, Michele Emiliano, e lanciargli un messaggio: la questione dell’Ex Ilva dev’essere prioritaria. Il Monsignore spiega: al neo presidente dico che i tarantini non hanno più pazienza, si è esaurita.

Quindi come lui ha detto più volte, è giunto il momento di rendere la questione dell’Ex Ilva prioritaria. Bisogna intervenire nell’immediato con l’aiuto delle istituzioni locali, comunali, regionali, e mediante una regia centrale. Perché così come stanno le cose: la fabbrica non può più andare avanti.

Inoltre, insieme alla catastrofe ambientale si profila anche quella sociale, che presto degenererà a causa della cassa integrazione. Cosa ne sarà poi di tutte queste persone? Senza il lavoro la persona non si realizza. Sono aspetti, che secondo il Vescovo di Taranto, devono essere contemperati.

Sulla questione dell’Ilva si gioca anche la credibilità del governo a livello regionale. Senza indugi, bisogna operare per una transizione che sia favorevole alla vita di tutti i tarantini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui