Tribunale dei minori di Taranto riceve defibrillatore dalla Asl

Un altro gesto che conferma un percorso di collaborazione tra le istituzioni.

0
251
Tribunale dei minori di Taranto riceve defibrillatore
Riconoscimento editoriale: Pagina Facebook / Mario Balzanelli

TARANTO – Nella giornata di ieri è avvenuta la cerimonia di consegna di un defibrillatore semiautomatico al Tribunale dei minori, da parte della Asl di Taranto.

All’evento, tenutosi nella Sala delle Udienze, erano presenti il Presidente del Tribunale dei Minori, Bombina Santella e il capo della procura minorile Antonella Montanaro.
E’ intervenuta anche Maria leone, direttore sanitario della Asl di Taranto.

Un prezioso dono che consente anche a questo luogo pubblico così importante per il territorio, di divenire “cardioprotetto”.

Non solo, perché, grazie alla importante iniziativa della Asl di organizzare dei corsi si preparazione, il Tribunale si avvarrà della presenza di personale competente.

Così dopo le scuole, le palestre e i luoghi di aggregazione, la Asl continua il progetto di “Taranto città cardioprotetta”, ritenendo indispensabile la presenza di uno strumento così utile ed importante nella vita di tutti i giorni, anche al Tribunale dei Minori.

Trattandosi di un luogo dove si vivono forti emozioni, come afferma il direttore del 118, Mario Balzanelli,  vi è un alto rischio di infarto e di arresto cardiaco. Di conseguenza, il defibrillatore rappresenta uno strumento fondamentale perché i minuti sono preziosi per salvare una vita.

Avvenuta la consegna dell’apparecchiatura medico-sanitaria, sono stati consegnati anche gli attestati di formazione a una decina di operatori che hanno frequentato il corso di primo soccorso organizzato dalla Asl.

Grazie a questa grossa opportunità, sarà possibile intervenire immediatamente in caso di malori, con una strumentazione all’avanguardia e da parte di personale qualificato.

Il dottor Balzanelli ha sottolineato quanto uno strumento salvavita sia così prezioso in un luogo pubblico come il Tribunale dei Minori.

Il presidente del Tribunale dei Minori è rimasto entusiasta dell’iniziativa e ha ringraziato il 118 e la Asl. Ha poi assicurato che il defibrillatore sarà messo a disposizione non solo di chi frequenterà il Tribunale dei minori, ma sarà uno strumento salvavita per tutto il quartiere, ove se ne presentasse la necessità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui