Vaccinazione antinfluenzale al più presto. Lo consiglia la Asl di Taranto

Avviata campagna vaccinale dalla Regione Puglia per ridurre il rischio d'influenza che nei soggetti deboli può essere fatale.

0
449
accinazione antinfluenzale al più presto. Lo consiglia la Asl di Taranto
Fonte web: pixabay di dfuhlert

TARANTO – Si chiama “Non lasciarti influenzare”, la campagna vaccinale 2018-2019, avviata dalla Regione, poiché si ritiene necessario ridurre al minimo in rischio di essere colpiti dall’influenza.

Si registra ogni anno un aumento considerevole del virus influenzale con le sue complicanze.
Con questa campagna si vuole richiamare l’attenzione sui rischi a cui si può andare incontro quando si viene colpiti da questo virus.

All’incontro di presentazione della campagna vaccinale ha partecipato anche il Direttore dell’Asl di Taranto Stefano Rossi.

I cardiopatici, gli anziani e i bambini sono i maggiori soggetti a rischio e per questo motivo, la polmonite o una semplice influenza possono portarli anche alla morte.

In Italia, queste malattie rientrano tra le prime 10 responsabili di morte, e per questo motivo, educare la popolazione alla vaccinazione diventa l’obiettivo prioritario del Ministero della Salute.

Si spera che almeno il 75% della popolazione si sottoponga alla vaccinazione.

Il problema non è da sottovalutare considerando che lo scorso inverno è stato il peggiore degli ultimi 15 anni, in quanto sono stati registrati 8 milioni e 677mila casi. E’ una cifra enorme che dobbiamo tenere a mente, anche perché corrisposte anche ad un tasso altissimo di mortalità.

Lo scorso anno ci sono stati, infatti, 160 casi di decessi, tre volte di più rispetto all’anno 2016/2017.
Per questo motivo la campagna antinfluenzale è necessaria, per una maggiore consapevolezza di quanto questo vaccino sia utile. In questo modo, il soggetto vaccinato diventa immune dalla malattia e si riducono i rischi nel caso che si possano presentare i sintomi influenzali.

La Asl di Taranto consiglia ad ogni cittadino di sottoporsi alla vaccinazione al più presto, rivolgersi al proprio medico di base.

Il periodo consigliato per la somministrazione della dose di vaccino è ottobre/novembre, poiché la sua immunità si riduce nell’arco di 6/8 mesi. Perciò bisogna accelerare i tempi per essere coperti tutta la stagione fredda.

La Asl di Taranto raccomanda la vaccinazione ad alcuni soggetti in modo particolare.

  • Persone dai 65 anni in su;
  • Coloro che vivono con gli anziani (parenti, figli, nipoti, badanti ecc.);
  • Tutte le persone affette da patologie;
  • Coloro che svolgendo un’attività lavorativa di primario interesse collettivo (medici e infermieri, insegnanti) per evitare di trasmettere il virus a soggetti deboli;
  • A coloro che svolgono un’attività lavorativa a contatto con animali (veterinari, detentori si allevamenti).

Quest’anno è stata disposta la vaccinazione gratuita ai donatori sangue.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui