Violenza sulle donne. Se ne parla al Teatro Alcanices di Ginosa
Fonte web: pagina fb

GINOSA – Un percorso fotografico che racconta la condizione di una donna che riesce a liberarsi da una situazione che la costringeva a subire quotidianamente degli abusi psicologici.

Domenica 11 novembre, mostra fotografica in bianco e nero e presentazione del libro “Un granello di colpa”.

L’iniziativa è organizzata dal Centro Antiviolenza Rompiamo il Silenzio e presso il Teatro Alcanices di Ginosa, sarà presentata la mostra, composta da 15 fotografie in bianco e nero in cui avviene l’evoluzione di una donna costretta alla violenza che piano piano trova la maniera di uscirne. Il libro, scritto a quattro mani, è la testimonianza vera di una donna vittima di violenza.

A Ginosa, si denuncia la violenza psicologica sulla donna con delle espressioni artistiche.

Con due straordinarie forme d’arte quali sono la scrittura e la fotografia si riesce a trasmettere tutta la sofferenza che spesso la donna subisce in silenzio. Se le mura di casa avessero voce ne griderebbero tutta la disperazione.

Con questa iniziativa si dà voce a tutto il dolore che molte donne subiscono ogni giorno e che molto spesso si fa finta di non sapere.

La curatrice della mostra è la fotografa Daniela Ciriello, co-autrice assieme ad Antonella Caprio del libro “Un granello di colpa” che vuole denunciare la violenza psicologica.

L’evento, a ingresso libero, è organizzato dal Centro Antiviolenza Rompiamo il Silenzio.