GROTTAGLIE – Giovane 26enne è stato condannato dal Tribunale collegiale di Taranto a otto anni e due mesi di reclusione e alla multa di 31 mila euro per spaccio di sostanze stupefacenti e con un aggravante, quello di aver ceduto la sostanza a minorenni.

Secondo l’accusa il giovane grottagliese avrebbe ceduto imprecisati quantitativi di cocaina a persone rimaste ignote e per  una decina di volte anche al nipote minorenne.

Nel corso del dibattimento è stato accertato che l’imputato cedeva al nipote la sostanza stupefacente da quando aveva 12 anni.

Il Tribunale ha stabilito un risarcimento provvisionale di 40mila euro in favore del minore e di 10mila euro nei confronti della madre del ragazzo.