26enne di Faggiano in manette per aggressione e lesioni personali
Fonte web: wikimedia commons di SkeLeBon.

FAGGIANO – I Carabinieri della Stazione di Pulsano hanno arrestato un giovane incensurato per minaccia aggravata, lesioni personali aggravate e porto abusivo di oggetti atti ad offendere e resistenza a P.U.

Per un futile diverbio ha aggredito e minacciato di morte lo zio 55enne e il fratello di questi. Pare che il 26enne avrebbe sparato un colpo d’arma da fuoco verso la sua abitazione e poi speronato con la sua auto il fratello dello zio, un 56enne che si trovava a bordo della suo mezzo.

Poi costringendolo a uscire dal mezzo, lo avrebbe colpito con un bastone causandogli la frattura del cranio, come diagnosticato in seguito, dai sanitari dell’Ospedale SS. Annunziata di Taranto, dove è stato ricoverato.

I Carabinieri intervenuti, hanno recuperato il bastone spezzato in due, utilizzato dal giovane per l’aggressione. Il 26enne è stato condotto con forza in caserma e quindi veniva arrestato.

Dopo le consuete formalità di rito, su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica, veniva tradotto presso Casa Circondariale di Taranto.