47enne di Marina di Ginosa arrestata per furto al Miulli di Acquaviva delle Fonti

La donna è stata incastrata dalle telecamere di videosorveglianza.

0
85

GINOSA – Era divenuta un’abitudine, entrare nel centro ospedaliero e derubare pazienti e parenti. Dopo le denunce da parte delle vittime, è stata fatta la scoperta e la donna è finita agli arresti domiciliari.

Danaro e carte di credito erano spariti e i Carabinieri della Stazione di Acquaviva delle Fonti, con la collaborazione dei militari della Stazione di Ginosa Marina, hanno svolto le indagini, in seguito alle denunce fatte dai degenti dell’Ospedale Miulli.

Le telecamere di videosorveglianza sono state determinanti, poiché, si è vista la donna appropriarsi delle chiavi dell’auto di un commerciante di Santeramo in Colle, che stava seguendo un trattamento sanitario, rubare 500,00 euro nascosti nel cruscotto e rimettere le chiavi al proprio posto.

Una donna di Matera è stata derubata della sua carta di credito con la quale sono stati fatti dei prelievi di danaro.

Nei confronti della 47enne è stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Bari. E’ ritenuta responsabile di furto e di indebito utilizzo di una carta di credito.

Le indagini sono state coordinate dalla Procura di Bari. La donna arrivava in ospedale a bordo dell’auto del marito e osservava i movimenti delle proprie vittime, infine agiva.
I fatti sono accaduti il 10 maggio e il 13 maggio scorsi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui