Arrestato 37enne rumeno a Mottola per minacce a moglie e figlio
Fonte web: pixabay di Alexas_Fotos.

MOTTOLA – Una donna ha denunciato l’ex coniuge dopo che per diverso tempo la perseguitava e intimoriva lei e il figlio minore, fino a minacciarli di morte.

I carabinieri della stazione di Mottola hanno arrestato il 37enne, pregiudicato, rumeno, con l’accusa di atti persecutori nei confronti della ex moglie, dopo che nel mese di novembre la donna ha sporto denuncia.

Le indagini hanno portato alla luce il comportamento violento dell’uomo che non si dava pace per la fine del suo matrimonio. Aveva assunto, così, un comportamento fatto di aggressioni fisiche e violenze psicologiche perpetrate anche nei confronti del loro figlio minore.

Più volte la donna è stata minacciata di morte, fino a che ha preso la decisione di denunciare.

La Procura della Repubblica di Taranto ha emesso la misura cautelare nei confronti dell’uomo al quale è stato impedito di avvicinarsi sia alla moglie che al figlio.

Il pregiudicato rumeno è stato condotto in carcere.