Home Notizie Cronaca ASL Taranto: interdetta azienda per trasporti disabili, appalto truccato

ASL Taranto: interdetta azienda per trasporti disabili, appalto truccato

Interdetta una azienda per trasporto disabili dell'ASL Taranto. Le fasi della vicenda.

Asl Taranto, trasporto disabili
Asl Taranto, trasporto disabili

TARANTO – Provvedimento di interdizione del gip tarantino per una azienda di Zollino in provincia di Lecce che si era aggiudicata l’appalto per il trasporto disabili presso l’Asl di Taranto.

Appalto truccato: Asl Taranto parte lesa

Il nucleo di polizia economico finanziaria di Taranto ha portato a termine una ordinanza di “misura cautelare interdittiva del divieto temporaneo di esercitare l’attività d’impresa per la durata di 12 mesi” nei confronti del titolare dell’azienda di autotrasporto di persone con sede a Zollino (Lecce). Tutto è partito dal provvedimento del gip tarantino Pompeo Carriere che ha emesso su richiesta di Maurizio Carbone, Procuratore Aggiunto della Repubblica.

Le indagini delle Fiamme gialle

Le indagini portate a termine dalla Guarda di Finanza tarantina, hanno accertato che la società aveva consegnato all’Asl Taranto qualcosa di strano. Infatti era una vera e propria una offerta infedele, per aggiudicarsi un cospicuo appalto. Infatti il compito era quello di autotrasportare le persone diversamente abili dai propri domicili all’Asl TA per un totale di 6 milioni e 600 mila euro.

LEGGI ANCHE – Michele Emiliano risponde ai medici sul riavvio UTIN. Le parole

Denunciato il rappresentate legale

L’azienda ha indicato al momento della domanda di appalto di possedere 30 automezzi dei quali 10 elettrici e 20 Euro 6, avendone a disposizione un’altra mezza dozzina di scorta. Purtroppo le indagini hanno portato alla luce ben altro, dato che alcuni veicoli non sono mai stati immatricolati, mentre altri intestati a società diverse. Infine denunciato il titolare dalle autorità per truffa aggravata ai danni di Ente pubblico e frode nelle pubbliche forniture e successivamente interdetto dall’esercizio di impresa per 12 mesi.

Exit mobile version