TARANTO: Bisogna in qualche modo contrastare la proliferazione delle blatte, di qualunque insetto nocivo e dei ratti per prevenire e contrastare fenomeni pericolosi per la salute per l’uomo, per quella degli animali ed ovviamente per l’igiene pubblica.

L’ordinanza è rivolta a tutti gli amministratori condominiali, ai proprietari di singoli fabbricati, ai titolari dei depositi di rifiuti, chi non si adatterà alle condizioni sarà costretto a pagare una sanzione di ben 500 euro.

Gli interventi da effettuare saranno almeno due durante il corso dell’anno, di cui uno seguirà la programmazione delle operazioni dell’Aqp e l’altro sarà invece da programmare entro il 31 ottobre.