Denunce a Sava per costruzione abusiva di piscina in villa e furto di energia elettrica

I controlli in un villa di lusso sono stati eseguiti dai Carabinieri.

0
133

SAVA – Avevano realizzato delle opere edili senza alcun autorizzazione un 61enne, un 38enne e una 41enne, tutti braccianti agricoli che sono stati denunciati.

Nel corso dei controlli in una villa di lusso, i Carabinieri della Stazione di Sava hanno scoperto le irregolarità.

Era in corso d’opera, un’ampia piscina in cemento armato, la cui costruzione stava avvenendo in assenza di permesso di costruire.

I militati sono intervenuti con una squadra di tecnici della Società “E-Distribuzione S.p.A.”, in una villa di lusso in contrada Monaci, in fase di completamento e di proprietà di un 61enne, ma di fatto utilizzata dal figlio 38enne e dalla moglie 41enne.

Dai controlli è risultato che nonostante il contratto elettrico fosse cessato dal 2013, era stato realizzato un allaccio alla rete pubblica bypassando il contatore Enel della villa.
Il danno economico è stato quantificato in oltre 21mila euro.

I tre soggetti sono stati denunciati a piede libero per furto aggravato di energia elettrica e realizzazione di opere edili in assenza di permesso di costruire.