LIZZANO – Un fatto ignobile è accaduto nella scuola elementare Manzoni. Nella notte tra venerdì e sabato, sono stati rubati tutti i computer e i tablet.

Si tratta di un furto ingente, considerando il valore economico degli strumenti all’avanguardia. L’atto compiuto è di grande gravità soprattutto perché si tratta di strumenti utilizzati per la didattica degli alunni e di vitale importanza per quelli con problematiche legate all’apprendimento.

Pertanto, il danno non è solo economico, ma è stato penalizzato anche il lavoro degli alunni, che fino a quando i tablet non verranno riacquistati, non potranno svolgere al meglio la programmazione scolastica.

Oltre al materiale tecnologico, i ladri si sono appropriati anche della somma di 1.000 euro accumulati con tanto sacrificio, per le attività di fine anno dei piccoli alunni.

La scuola Manzoni ha un alto numero di utenti, essendo un riferimento per il territorio dal punto di vista educativo.

Il vicesindaco Valerio Morelli condanna duramente questo atto ignobile e invita i cittadini a diffidare qualora girino in commercio tablet e computer a prezzi stracciati.

Non si deve diventare complici di coloro che hanno derubato i bambini del loro materiale scolastico.

I responsabili erano ben organizzati a compiere questo atto delinquenziale, dal momento che per accedere ai locali sono stati utilizzati strumenti appropriati per spaccare le porte blindate e anche la cassaforte.