Drone trasporta droga e cellulari all'interno del carcere di Taranto. Cade

TARANTO – L’ingegnoso trucco architettato dai detenuti della Casa Circondariale aveva lo scopo di portare indisturbatamente all’interno del carcere sostanze stupefacenti e telefoni cellulari completi di caricatore.

I Sindacati di Polizia Penitenziaria hanno denunciato l’accaduto. Pare che il drone sia caduto nel tragitto verso il penitenziario dopo avere urtato alcuni cavi.

Secondo quanto dichiarato dal segretario nazionale del Sappe, Federico Pilagatti, la droga era nascosta in alcuni wurstel.

Era anche stato previsto di far esplodere dei fuochi d’artificio all’esterno del carcere attraverso la fiammella di un accendino, emessa dalla finestra della cella di un detenuto. Tutto questo era fatto per distrarre i controlli e permettere al drone, di raggiungere la destinazione.

Quando il drone ha urtato dei cavi sospesi ed è caduto, è stato dato immediatamente l’allarme.

Il Sappe, coglie l’occasione per chiedere degli interventi concreti, sia in questo che in tutte le carceri.

Con la carenza del personale è anche possibile che altri fatti gravi siano potuti accadere in precedenza, ma senza che nessuno se ne sia accorto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui