Emergenza freddo: a Taranto un piano per fronteggiarla

La sinergia con le realtà presenti sul territorio consente di integrare e supportare i servizi garantiti dal comune per le fasce fragili.

0
525

Per l’emergenza freddo anche il comune di Taranto ha predisposto una serie di interventi mirati a tutelare fasce fragili che più patiscono l’emergenza.

Dal 3 al 5 gennaio le basse temperature e l’arrivo della neve anche a bassa quota espongono Taranto e provincia all’emergenza freddo ed ai disagi che essa comporta.
L’amministrazione Melucci – rende noto l’assessore al welfare Simona Scarpati – ha predisposto un piano integrato, a supporto della ordinaria attività svolta dal servizio sociale professionale e dai servizi socio sanitari della Asl.

Emergenza freddo: a Taranto un piano per fronteggiarla

A tal proposito è già operativo il dormitorio comunale della sede dell’ex mercato al quartiere Tamburi che può ospitare sino a quaranta cittadini. L’amministrazione mette a disposizione della cittadinanza la struttura a supporto del già esistente dormitorio della Caritas diocesana.

La struttura del quartiere Tamburi è perfettamente riscaldata e corredata di ogni comfort. L’amministrazione ha inoltre chiesto a tutti i centri di pronta accoglienza esistenti sul territorio ed alle associazioni di volontariato di collaborare garantendo un loro proficuo intervento ad integrazione dei servizi comunali.
Si ricorda, a tal proposito, che lo scorso anno si è attivata la stessa macchina operativa in perfetta collaborazione con l’ente civico creando una rete che ha consentito di gestire al meglio l’emergenza.

Per quanto riguarda la somministrazione dei pasti, è attivo il servizio dei pasti caldi a domicilio per anziani e fasce fragili, mentre si segnalano le mense gestite dalla Caritas e dalla parrocchia San Pio X. Anche tra queste realtà e l’amministrazione comunale vi è ampia collaborazione.

Infine ogni giorno dalle 9 alle 13 sono attivi gli sportelli di segretariato sociale nella sede della direzione in via veneto 83.

Insomma una complessa macchina operativa supportata dalle realtà presenti sul territorio sta gestendo in queste ore l’emergenza freddo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui