Ginosa: nuova azione anti-caporalato nelle campagne del comune

Continua l'operazione della task force anti-caporalato che sta svolgendo il suo lavoro in tutte le campagne della Puglia. Nuovi arresti nella campagna di Ginosa.

0
103

GINOSA – L’attività del nucleo dei carabinieri di Taranto continua con le azioni anti-caporalato per contrastare sfruttamento e lavoro nero. I carabinieri hanno così arrestato nelle campagne di Ginosa un tunisino di 39 anni per sfruttamento del lavoro e caporalato. Nell’agro di Ginosa durante le indagini è stato assodato che vi erano ben cinque lavoratori, 2 del Niger e 3 del Mali, che lavoravano in condizioni di sfruttamento e senza permesso di soggiorno.

I lavoratori non assunti percepivano uno stipendio molto inferiore rispetto a quello previsto dalle vigenti leggi e lavoravano circa 12 ore al giorno in cattive condizioni igieniche, e violando tutte le norme sulla sicurezza e la salute sul lavoro. I carabinieri durante l’indagine hanno multato il datore di lavoro, uomo di Laterza di 58 anni, con sanzioni amministrative pari a 38 e 36 mila euro, e gli è stata imposta la sospensione dell’attività.