Ginosa: sequestro beni ad imprenditore per frode fiscale

La Guardia di Finanza ha eseguito un sequestro dei beni per un totale di 435 mila euro a un imprenditore di Ginosa per schede carburante false ed evasione dell'IVA. 

Ginosa: sequestro beni ad imprenditore per frode fiscale

GINOSA- La Guardia di Finanza di Taranto ha eseguito il sequestro dei beni a un imprenditore di Ginosa per frode fiscale.

I militari della Guardia di Finanza hanno eseguito un decreto di sequestro di beni immobili, mobili e delle disponibilità finanziarie per una somma pari a 435 mila euro nei confronti di due società con sede a Ginosa, operanti in campo agricolo e amministrate da parte di un imprenditore locale.

Nello specifico, è stato accertato dai militari un meccanismo che prevedeva la realizzazione di schede carburante false, con firme e timbri artefatti, documentando rifornimenti mai avvenuti. Quando sono state concluse le verifiche fiscali è stata rilevata anche un’evasione dell’IVA per un totale di 204 mila euro. 

L’imprenditore è stato denunciato per dichiarazione infedele, dichiarazione fraudolenta e uso di documenti per delle operazioni fasulle.