Guardia Costiera confisca e distrugge mezzi abbandonati al Lido Azzurro di Taranto

La società A.M.I.U. si è occupata dello smaltimento dei beni confiscati che sono stati destinati a una discarica pubblica.

0
500
Guardia Costiera confisca e distrugge mezzi abbandonati al Lido Azzurro di Taranto
Fonte web: Wikimedia commons di Marinaio56

TARANTO – Si è conclusa l’attività di polizia demaniale e ambientale con un procedimento penale a carico dei responsabili.

L’area interessata che comprende un ampio tratto di spiaggia, è stata liberata e restituita alla libera fruizione da parte dei cittadini.

La Guardia Costiera, in sinergia con il comune di Taranto, ha concluso positivamente l’attività di polizia demaniale ed ambientale condotta dal personale del Nucleo di Polizia ambientale della Direzione marittima di Bari.

Su segnalazione di alcuni cittadini, è stato liberato il tratto di litorale jonico in località lido Azzurro. Versava in uno stato di degrado che andava contro la sicurezza e l’igiene, oltre che deturpare la bellezza del territorio.

La società A.M.I.U. si è occupata dello smaltimento dei beni confiscati che sono stati destinati a una discarica pubblica.

Nei giorni scorsi la Guardia Costiera, in collaborazione con il Comune di Taranto e avvalendosi del supporto degli uomini e dei mezzi della locale A.M.I.U., hanno dato esecuzione al provvedimento di confisca e distruzione, emesso dall’ Autorità Giudiziaria, di tutti i mezzi abusivamente abbandonati sul pubblico demanio marittimo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui