​Dopo tutte le difficoltà relative all‘allacciamento alla rete idrica e fognaria delle nuove abitazioni, ma anche delle vecchie costruzioni, ora l’Azienda Aqp risponde alla lettera inviata da un legale incaricato da un cittadino manduriano che non può prendere possesso di una vecchia abitazione messa a nuovo per mancanza di acqua e fogna.

“Questa cautela è necessaria, visto il protrarsi di circostanze che impediscono l’attivazione di nuovi recapiti della fognatura come previsto dal piano di tutela delle acque della Regione Puglia, in quanto non consentono ad Aqp di disattivare i depuratori obsoleti che scaricano ancora nel sottosuolo”.

L’ente idrico fa sapere, quindi, che fino a quando non sarà terminato il nuovo depuratore, in zona Urmo-Specchiarica secondo i progetti in atto, a Manduria e nel suo intero territorio non sarà possibile usufruire di rete pubblica di acqua e fogna.

I tecnici di Aqp consigliano di dotarsi di fossa Imhoff potendo così chiedere e ottenere il solo allaccio idrico.