Si tratta del Generale Oronzo Doria, 63 anni, ex capo area della Liguria degli agenti di polizia penitenziaria.
E’ stato assolto “perché il fatto non sussiste” dalla magistratura penale, ma per quanto riguarda la giustizia contabile è stato condannato a versare la somma di 809.221 euro in favore del Ministero della Giustizia.

La sentenza arriva dopo 17 anni dai fatti contestati e condanna ben 28 persone tra agenti di custodia, poliziotti e medici coinvolti in atti di tortura nei confronti dei manifestanti. E’ ciò che è accaduto secondo la Corte europea dei diritti umani.
Il generale manduriano, all’epoca dei fatti colonnello, è stato condannato assieme all’ex capo del Dap, il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, Alfonso Sabella.