Rissa e spari per un panino a Taranto
Fonte web: flickr di sv1ambo

TARANTO – Per una causa banale, in pochi minuti, un noto locale di Viale Europa a Talsano si era trasformato in un inferno.

Nella “Kebabberia Group”, fu sfondata la porta d’ingresso, il locale venne messo sotto sopra e due dipendenti vennero aggrediti e uno di loro ferito con un’arma da fuoco. 

Sul posto furono ritrovati tre bossoli ed un proiettile ancora inesploso calibro 6,35.

Dal 16 dicembre sono proseguite le indagini capillari, dirette dal sostituto procuratore Enrico Bruschi e condotte dalla Squadra Mobile di Taranto.

All’origine della rissa proprio la richiesta negata di un panino, dal momento che era oramai l’ora di chiusura del locale. Il cliente evidentemente sentì questo rifiuto come un sopruso e per questo motivo ebbe questa reazione eccessiva.

Sono scattati cinque arresti nei confronti di soggetti tutti residenti nei quartieri Tramontone e Paolo VI. Le misure cautelari sono firmate dal giudice per le indagini preliminari (gip) del Tribunale di Taranto Giuseppe Tommasino.

Si tratta di un 40enne che si trova in carcere per altri motivi, un altro 40enne, un 34enne e un 41enne anni che sono stati condotti presso il carcere di Taranto. Soltanto uno è finito agli arresti domiciliari.

Sono ritenuti a vario titolo gravemente indiziati dei reati di lesioni personali, porto in luogo pubblico di arma da sparo e danneggiamento, con le aggravanti di aver commesso il fatto con armi, per futili motivi ed in più persone.